Home

  Tuesday 02 June 2020
I bambini delle elementari lasciano il segno sul 2° ‘Meeting della Meccanica’

C.S. n. 36

Comunicato stampa, Cuneo, 10/06/2015

con preghiera di cortese pubblicazione e/o diffusione


I bambini delle elementari lasciano il segno sul 2° ‘Meeting della Meccanica’

Premi alle scuole di Racconigi, Sanfront, Verzuolo, Monforte d’Alba e Frabosa Sottana


Doppio successo per la seconda edizione del “Meeting della Meccanica”, svoltosi ieri - martedì 9 giugno - nella caserma Mario Musso di Saluzzo. Da una parte, infatti, sono più che raddoppiate le presenze degli espositori, passati dai 30 dell’anno scorso agli oltre 60 di quest’anno, a dimostrazione del fatto che le aziende sentono l’esigenza di incontrarsi. Dall’altra, nelle prime ore della mattinata, gli stand hanno subito la pacifica invasione degli oltre 200 bambini delle 13 classi delle 5 scuole elementari della provincia di Cuneo che hanno partecipato alla prima edizione del concorso “Il banco della meccanica”. Accompagnati dai loro insegnanti, gli studenti sono arrivati nel Marchesato da Racconigi, Sanfront, Verzuolo, Monforte d’Alba e Frabosa Sottana per la premiazione dei migliori manufatti costruiti attraverso il “kit” che avevano a disposizione.
“Il secondo ‘Meeting della Meccanica’ era già cominciato sotto i migliori auspici grazie alla numerosa adesione arrivata dalle aziende - commenta il presidente della sezione Meccanica e vicepresidente di Confindustria Cuneo, Domenico Annibale -, ma di certo non eravamo preparati alla carica di contagioso entusiasmo portata dai bambini delle scuole elementari, che ci hanno emozionato e trasmesso la sensazione che il progetto del ‘Banco della Meccanica’, pur sperimentale, è stato accolto bene. Ascoltare dalla loro voce la spiegazione della realizzazione dei manufatti, avvertire la voglia di fare e creare che i bambini si portano dentro, costatare il sostegno arrivato dagli insegnanti ad un’iniziativa che aveva tra i suoi obiettivi anche quello di rieducare gli studenti alla manualità e alla progettualità, ci hanno dato la conferma che la strada intrapresa anni fa con l’ormai consolidato progetto di orientamento scolastico per le scuole medie ‘Fai la scuola giusta’ è quella su cui proseguire per diminuire lo scollamento tra scuola e lavoro e rilanciare l’importanza delle scuole tecniche e professionali. Di certo le borse di studio con cui abbiamo premiato i bambini non sono bastate a colmare quanto abbiamo ricevuto in cambio da loro in termini di slancio e generosità. Visto il successo, credo che il prossimo anno il progetto andrà non solo confermato, ma anche potenziato”.
Cinque i gruppi premiati da una qualificata giuria. Il primo premio è andato al mini centro sportivo realizzato dalle classi V D e C della scuola primaria “Aldo Moro e caduti di via Fani” di Racconigi. Al secondo posto, la casa costruita dalla III A della scuola primaria di Monforte d’Alba; terzo si è classificato l’aereo “Vola-no” della IV A ancora di Monforte; quarto il ponte tibetano della V A della scuola primaria “Andrea Willy Burgo” di Verzuolo; quinta la catapulta della V A della scuola primaria “B. Boero” di Sanfront. I cinque premi speciali individuali, invece, sono stati consegnati a: Daniele Inturri di Racconigi come miglior disegnatore; Matteo Roasio e Giovanni Garzino di Sanfront come migliori costruttori; Alessia Crivelli di Frabosa Sottana come miglior estensore del diario di bordo; Sara Dedja di Verzuolo come miglior pubblicitaria.

PREMI E MOTIVAZIONI CONCORSO “IL BANCO DELLA MECCANICA”


Primo posto
Scuola primaria “Aldo Moro e caduti di via Fani” di Racconigi
Classi D e C (gruppo 5)
Progetto: IL MINI CENTRO SPORTIVO
Motivazione: Bravi per la flessibilità e la capacità di riprogettare l’idea: siete partiti dall’idea dell’auto e poi, non soddisfatti, avete ricreato un’alternativa che è risultata poi quella vincente. Siete stati bravi a mettervi in discussione e a trovare poi la bella intuizione del “mini centro sportivo”.

Secondo posto
Scuola primaria di Monforte d’Alba
Classe II A (gruppo 5)
Progetto: LA CASA
Motivazione: Vi premiamo per la quantità importante di valori espressi in un solo progetto: famiglia, attenzione all’ambiente, focolare domestico. Inoltre il progetto dimostra grande capacità di innovazione progettuale e ricchezza di dettagli costruttivi che lo rendono particolarmente ricco.

Terzo posto
Scuola primaria di Monforte d’Alba
Classe IV A (gruppo 1)
Progetto: L’AEREO
Motivazione: Abbiamo apprezzato la complessità progettuale resa molto bene, l’utilizzo dei materiali, l’attenzione al dettaglio, il bel gioco ironico nel nome del progetto (VOLA-NO), la valutazione tecnica attenta.

Quarto posto
Scuola primaria “Andrea Willy Burgo” di Verzuolo
Classe V A (gruppo 1)
Progetto: IL PONTE TIBETANO
Motivazione: Il bel Messaggio del ponte ci ricorda qualcosa che unisce, quindi avete trovato un bel significato culturale di apertura a mondi diversi e un’idea originale. Il prodotto è bello, armonioso, di apprezzabile valore artistico.

Quinto posto
Scuola primaria “B. Boero” di Sanfront
Classe V A (gruppo 1)
Progetto: LA CATAPULTA
Motivazione: Abbiamo apprezzato la Completezza di materiali e la visione giocosa e non distruttiva del manufatto, attenzione al ciclo di vita del progetto perché prevede anche i pezzi  di ricambio, bravi per l’organizzazione dell’idea, per il concetto di collaudo prima di mettere il prodotto sul mercato, all’attenzione al concetto di sicurezza anche per i bambini, per l’attenzione all’economicità. Importante: il progetto nasce già con un kit di manutenzione incorporato!


PREMI SPECIALI
Miglior disegnatore: Daniele Inturri (Racconigi)
Miglior estensore diario di bordo: Alessia Crivelli (Frabosa Sottana)
Miglior costruttore: Matteo Roasio e Giovanni Garzino (Sanfront)
Miglior pubblicitario: Sarà Dedja (Verzuolo)

CONFINDUSTRIA CUNEO - Corso Dante, 51 - Cuneo - Tel. 0171 455.455 - Fax. 0171 697.544 - E-mail: uic@uicuneo.it- PEC: uicuneo@pecstudio.it|   Disclaimer   |   Privacy   |   ©2008