Home

  Sunday 31 May 2020
IL CONTRIBUTO COSTRUTTIVO DI CONFINDUSTRIA CUNEO AL DISEGNO DI LEGGE SUL CONTENIMENTO DEL CONSUMO DEL SUOLO DELLA REGIONE PIEMONTE

C.S. n. 2

Comunicato stampa, Cuneo, 23/01/2017

con preghiera di cortese pubblicazione e/o diffusione


IL CONTRIBUTO COSTRUTTIVO DI CONFINDUSTRIA CUNEO AL DISEGNO DI LEGGE SUL CONTENIMENTO DEL CONSUMO DEL SUOLO DELLA REGIONE PIEMONTE

Venerdì 27 gennaio alle 15,30 a Roreto di Cherasco si svolgerà un seminario tecnico


Venerdì 27 gennaio alle ore 15,30, presso l’Auditorium Banca di Cherasco a Roreto di Cherasco (via Bra, 15), si svolgerà il seminario tecnico “Contenimento del consumo del suolo”. L’iniziativa si presenta come un confronto sui contenuti della bozza di disegno di legge regionale “Norme per il governo sostenibile del territorio e il contenimento de suolo” ed è organizzato da Confindustria Cuneo in collaborazione con Confindustria Piemonte, Ance Cuneo e Banca di Cherasco. Per partecipare è necessario iscriversi online sul sito Internet www.csi.uicuneo.it. Per maggiori informazioni è possibile scrivere una mail all’indirizzo comunicazione-immagine@uicuneo.it.

“Si tratta di una prima bozza di un disegno di legge regionale, del quale non si capisce in alcun modo la necessità e soprattutto l’urgenza, anche perché la tutela e l’uso del suolo in Piemonte sono già regolati dalla Legge regionale n. 56 del 1977, che funziona senza dare grossi problemi - sostiene Franco Biraghi, presidente di Confindustria Cuneo -. Inoltre, è in discussione alla Senato una legge nazionale sul medesimo argomento e non vediamo l’urgenza di modificare prima l’attuale legge regionale, anche perché la comunità europea consiglia di provvedere entro il 2050”.

“Entrando nel merito dei contenuti - continua - è impensabile dividere un territorio grande come la provincia di Cuneo in pochi ambiti (presumibilmente 7) ognuno regolato da un suo piano. I Comuni sono attualmente regolati da piani regolatori fatti sul territorio in modo condiviso con ila popolazione, anche recentissimi e soprattutto adeguati alla necessità del territorio. Il costo di questa legge è immenso, perché vorrebbe dire annullare tutti i piani regolatori esistenti, per costruirne di nuovi con costi inimmaginabili, per coprire i quali si dovrebbero aumentare le imposte locali diminuendo i servizi ai cittadini”.
Il seminario prevede l’apertura dei lavori da parte del presidente di Confindustria Cuneo, Franco Biraghi e del presidente di Ance Cuneo, Elena Lovera. A seguire sono previsti gli interventi di: Alberto Valmaggia, assessore all’Ambiente e Urbanistica della Regione Piemonte; Paola Malabaila, presidente Unione Industriale Asti; Marco Perosino, consigliere delegato della Provincia di Cuneo e membro direttivo nazionale Anpci; Piero Golinelli, esperto in urbanistica e avvocato in Mondovì; Franco Drocco, presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Cuneo; Livio Dezzani, esperto in urbanistica; Silvia Oberto, architetto libero professionista. Le conclusioni sono affidate al presidente degli industriali cuneesi, mentre a moderare l’incontro sarà il vice direttore di Confindustria Cuneo, Valerio D’Alessandro.

CONFINDUSTRIA CUNEO - Corso Dante, 51 - Cuneo - Tel. 0171 455.455 - Fax. 0171 697.544 - E-mail: uic@uicuneo.it- PEC: uicuneo@pecstudio.it|   Disclaimer   |   Privacy   |   ©2008